Rocco Molinari

Acquisite a patrimonio dello Stato il 17 luglio 1992, per far parte delle collezioni permanenti dell’istituendo Museo di Palazzo Lanfranchi, le opere in terracotta di Rocco Molinari (Accettura, 1924) constano di sette pannelli che raffigurano le fasi più significative del “Maggio di Accettura” (una festa arborea di antichissima tradizione, studiata da insigni antropologi) e trentuno sculture tutte ispirate al tema della civiltà contatine. Realizzate nell’arco di un decennio (dal 1960 al 1979), le opere fanno parte della mostra “I segni della civiltà contadina: le sculture di Rocco Molinari”, a cura di Massimo Bignardi e Francesco D’Episcopo (Museo Archeologico di San Benedetto di Salerno, 5 – 25 maggio 1983) e sono state pubblicate sia nel catalogo della già citata mostra, sia nel volume a cura di Francesco D’Espicopo, “Rocco Molinari scultore. Arte e antropologia”, Salerno 1984.
 
Rocco Molinari